registrati

1. Sono una piccola azienda e devo implementare il mio personale, potete essermi utili?

Possiamo aiutarti a costruire un’analisi puntuale dei tuoi fabbisogni occupazionali, offrirti informazioni sulla normativa vigente, incentivi e agevolazioni sulle assunzioni, proporti progetti
speciali che facilitano l’inserimento di nuove risorse e accedere al nostro servizio di preselezione e matching. Se sei in Piemonte, contatta i nostri operatori presso gli sportelli dei Servizi al Lavoro di via XX Settembre 22 e via Durandi 9/A (servizilavoro@immaginazioneelavoro.it). Se invece sei in Lombardia, ti aspettiamo in via Privata della Torre 18, Milano (servizilavoro_milano@immaginazioneelavoro.it).


2. Sono un’azienda del settore ristorativo e mi piacerebbe ospitare degli stagisti, come è possibile?

Periodicamente, all’interno della nostra agenzia formativa, abbiamo a disposizione allievi che devono frequentare una parte di stage per poter portare a termine la propria formazione. Se sei in Piemonte, la invitiamo a contattare gli sportelli dei Servizi al Lavoro di di via XX Settembre 22 e via Durandi 9/A (servizilavoro@immaginazioneelavoro.it) per avere maggiori informazioni e
tempistiche di attivazione. Se invece sei in Lombardia, ti aspettiamo in via Privata della Torre 18, Milano (servizilavoro_milano@immaginazioneelavoro.it).


3. Cosa sono i Fondi interprofessionali?

I Fondi paritetici interprofessionali sono organismi di natura associativa promossi dalle parti sociali attraverso specifici accordi interconfederali stipulati con le organizzazioni sindacali. I Fondi consentono la formazione professionale continua dei dipendenti delle aziende, le quali possono scegliere di destinare al Fondo una quota pari allo 0,30% dei contributi previdenziali versati all’INPS per il finanziamento di iniziative di formazione dei lavoratori. Ne esistono di diverse tipologie, a seconda del settore di competenza.


4. Come si aderisce ai Fondi interprofessionali?

Aderire ai Fondi interprofessionali è semplice: basta indicare il codice di adesione nella denuncia UNIEMENS (ex DM/10), obbligatoria da gennaio 2010, nella sezione Posizione contributiva, Denuncia aziendale, Fondo interprofessionale, Adesione e, a seguire, scrivere il numero dei dipendenti (quadri, impiegati e operai) interessati dall’obbligo contributivo.


5. Quanto costa l’adesione?

L’adesione ai Fondi è gratuita, e non comporta alcun costo né per l’azienda, né per i lavoratori.


6. Come faccio a sapere a quale Fondo la mia azienda deve aderire?

Contattaci per una consulenza: Immaginazione e Lavoro può aiutarti a fare una scelta che soddisfi pienamente le esigenze della tua azienda.


7. A chi mi devo rivolgere per iscrivere un apprendista ai corsi di formazione in Lombardia?

La nuova normativa regionale della Lombardia, prevede che per usufruire dei corsi per l’apprendistato a finanziamento pubblico l’azienda SI RIVOLGA DIRETTAMENTE AGLI ENTI DI FORMAZIONE ACCREDITATI per lo svolgimento dei corsi per apprendisti, per tutor, e altri servizi formativi collegati. Gli enti di formazione accreditati funzionano da “sportello” per lo svolgimento di tutte le pratiche, dalla presentazione alla provincia del piano individuale personalizzato (PIP) di formazione dell’apprendista alla richiesta della dote. Se sei quindi
un’azienda con sede nella provincia di Milano ed hai degli apprendisti assunti da formare contattaci allo 02-89454684 o scrivi una mail a (apprendistato.milano@immagianzioneelavoro.it).


8. Come vanno articolati i moduli formativi relativi alle competenze di base e trasversali coerenti con gli standard formativi minimi di cui alla D.G.R. n. 2933 del 25/01/2012 Regione Lombardia?

La Regione Lombardia con D.G.R. n. 1933 del 25/01/2012, in applicazione del D. lgs.
167/2011,prevede una differente durata della formazione per l’acquisizione delle competenze di
base e trasversali in relazione al titolo di studio dell’apprendista, così declinata:

  • 40 ore nel triennio per gli apprendisti in possesso di una laurea o di altri titoli di livello terziario;
  • 80 ore nel triennio per gli apprendisti in possesso di un attestato di qualifica o di un diploma professionale, o ancora di un diploma di istruzione;
  • 120 ore nel triennio per gli apprendisti in possesso della licenza di scuola secondaria di primo grado, o privi di titolo di studio.

9. E’ possibile utilizzare la formazione a distanza (FAD) per svolgere attività formative finanziate con fondi pubblici?

Attualmente non è possibile, in quanto la Regione Lombardia non ha regolamentato tale metodologia formativa.


10. Cosa bisogna fare se un apprendista non frequenta i corsi causa malattia?

Nel caso di malattia dell’apprendista, sarà cura dell’ente prevedere giorni di recupero delle lezioni perse.

Questo sito utilizza cookies per monitorarne l'attività e migliorarne la consultazione.
Per avere ulteriori informazioni ed eventualmente negare il consenso all'installazione di qualunque cookie, consulta la nostra cookie policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close